PUC 3

Di recente la Regione Umbria in attuazione della D.G.R. 189 del 23.02.2009 – Politica Regionale di coesione 2007-0213 adozione del Programma Attuativo Regionale (PAR) del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) – e in relazione alla programmazione comunitaria 2014-2020, ha promosso lo sviluppo dei territori caratterizzati dalla presenza di centri urbani di piccola dimensione mediante la formazione di Programmi Integrati di Sviluppo Urbano (PUC3).

Tali programmi sono destinati:

  • alla riqualificazione dell’insediato storico o di quello più recente degradato;
  • al miglioramento del sistema infrastrutturale materiale e immateriale interno ai centri storici o di connessione tra loro;
  • alla razionalizzazione e rifunzionalizzazione dei servizi pubblici e privati, con particolare riferimento a quelli in grado di sviluppare relazioni tra diversi centri;
  • alla incentivazione delle attività economiche in un quadro di valenza anche sovra comunale;
  • alla attivazione di programmi e interventi nel settore della smart city anche a livello territoriale e sovracomunale.

A tal fine i comuni con popolazione non superiore ai 10.000 abitanti possono elaborare, singolarmente o in forma associata tra comuni contermini o prossimi, programmi urbani e territoriali complessi.

I PUC3 di rilevanza sovracomunale definiscono un sistema integrato di azioni volte ad incentivare la cooperazione tra le amministrazioni comunali con l’obiettivo di accrescere rapporti e relazioni tra centri urbani ed ambiti territoriali circostanti, per favorire la coesione sociale, promuovere lo sviluppo armonico, integrato e sostenibile dei centri e dei territori limitrofi mediante interventi sulle residenze, sulle infrastrutture puntuali o a rete, sui servizi e sulle attività economiche, in particolare di rilevanza sovracomunale o intercomunale, funzionali ad azioni complesse.

I PUC3 di rilevanza urbana definiscono un sistema integrato di azioni volte ad accrescere le funzionalità del centro urbano o dell’insediamento storico mediante una serie di interventi integrati, concentrati, coordinati tra loro e funzionali alla rivitalizzazione e riqualificazione dell’area interessata del programma, rivolti alle residenze, alla accessibilità, alle infrastrutture, al potenziamento delle attività economiche, culturali e sociali, senza ulteriore consumo di suolo.

Rispetto a questa importante possibilità messa a disposizione dalla Regione dell’Umbria, i comuni minori dell’alta valle del Tevere hanno da subito colto l’importanza dell’iniziativa, manifestando il proprio interesse di partecipazione all’avviso di cui alla DGR 3/4/2013 n. 281.

Nello specifico i comuni di Lisciano Niccone, Montone, Monte Santa Maria Tiberina e Pietralunga, hanno manifestato l’interesse a partecipare al bando regionale in forma associata, attraverso la predisposizione di un programma urbano complesso di rilevanza sovracomunale. Gli stessi comuni hanno pertanto sottoscritto un protocollo di intesa nel quale sono disciplinate le varie fasi, obblighi e impegni tra le rispettive amministrazioni ed è stato designato il comune di Montone quale ente capofila.

Il comune di Citerna invece intende partecipare al bando regionale in forma singola, dando quindi vita ad un programma urbanistico di rilevanza urbana.

In entrambi i casi, le azioni e gli interventi promossi dai rispettivi programmi urbani complessi, tenderanno al raggiungimento degli obiettivi individuati già in sede di QSV.

PUC3-Umbria

Il Comune di Montone ha aderito al bando PUC 3 attraverso un progetto d’area, di cui è capofila con i comuni di Citerna, Lisciano Niccone, Monte Santa Maria Tiberina, Pietralunga, San Giustino, Città di Castello ed Umbertide.

Newsletter n°1 - Montone
Newsletter n°1 - Montone
newsletter_montone.pdf
Versione: 1.0
4.1 MiB
909 Downloads
Dettagli

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>